"ORO BLU" sotto la giungla

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

"ORO BLU" sotto la giungla

Messaggio Da Haryn il Mar Dic 23, 2014 12:40 pm



Sudamerica, che per tre mesi ci ha ospitati.
Cieli azzurri, aria pulita, natura incontaminata, terra vergine.
Amazzonia, il polmone di Gaia...oggi, una notizia su di lei..


"ORO BLU" SOTTO LA GIUNGLA - Il tesoro nascosto dell’ Amazzonia.

L'AMAZZONIA È LA CASA DI UN AUTENTICO OCEANO SOTTERRANEO...
L’Amazzonia ha una riserva d’ acqua nel sottosuolo che ha un volume di più di 160 miliardi di metri cubi, secondo la stima di Francisco de Assis Abreu Matos, professore dell'Università federale di Pará (UFPA), pubblicato durante il 66 ° meeting annuale della società brasiliana per il progresso della scienza (SBPC), che si è concluso il 27 luglio al campus dell'Università  federale di Acro (UFAC) di, nella città di Rio Branco, nord del Brasile.

Il volume è superiore a 3,5 volte la quantità contenuta nel Guarani, un serbatoio sotterraneo di acqua dolce che comprende i territori di Uruguay, Argentina, Paraguay e Brasile, con 1.200.000 chilometri quadrati.

"La riserva sotterranea rappresenta più dell'80% dell'acqua totale dell’ Amazzonia. L'acqua dei fiumi amazzonici, ad esempio, rappresenta solo l'8% del sistema idrologico del bioma e le acque atmosferiche hanno circa la stessa percentuale di partecipazione", ha detto Abreu durante l'evento.

Tuttavia, la conoscenza di questo "oceano sotterraneo", è ancora molto poca e dovrebbe essere perfezionata, sia per valutare la possibilità di utilizzarla per l’alimentazione umana sia per preservarla, vista la sua importanza per l'equilibrio del ciclo idrografico regionale.

Secondo Abreu, le indagini sulla falda acquifera in Amazzonia  sono cominciate appena 10 anni fa, quando lui e altri scienziati della UFPA e dall'Università federale del Ceará (UFC) hanno condotto uno studio sulla falda acquifera Alter do Chão, nel distretto di Santarém (Pará).

Questo studio indicava che la falda, situata al centro di una delle più belle spiagge del paese, avrebbe un deposito di acqua fresca con un volume stimato a 86,4 miliardi di metri cubi.

"Siamo stati molto sorpresi dai risultati dello studio e quindi ci siamo decisi ad approfondirli." Con nostra sorpresa, abbiamo scoperto che la falda acquifera Chão integra un sistema idrogeologico che comprende i bacini sedimentari di acri, il Solimões, l’ Amazon e il Marajó.  Insieme, questi quattro bacini idrografici possiedono circa un'area di 1.300.000 chilometri quadrati, "ha detto Abreu.

Questo sistema idrogeologico, chiamato dai ricercatori e loro collaboratori “grande sistema Amazon” (Saga), si è formato del periodo Cretaceo, circa 135 milioni di anni fa.

A causa dei processi geologici che hanno avuto luogo durante quel periodo, si è depositata in quattro diversi bacini una vasta copertura sedimentaria, con spessore  di migliaia di piedi, ha detto Abreu.

"La Saga è un sistema idrogeologico transfrontale, che copre altri paesi del Sud America. Ma il 67% del sistema si trova in Brasile ".

Una delle limitazioni all'uso dell'acqua disponibile nel serbatoio, è la precarietà delle conoscenze rispetto alla loro qualità: "Abbiamo intenzione di raccogliere informazioni sulla qualità dell'acqua trovata per verificare se è adatto al consumo."

"Si stima che il volume d'acqua della Saga che potrà essere utilizzato per l'alimentazione umana e industriale, o per irrigazione agricola, sarà ridotto, a causa della dimensione della riserva e della profondità dei pozzi attualmente in costruzione nella regione, che non superano i 500 metri.
Secondo Abreu, poiché il serbatoio sotterraneo rappresenta l'80% dell'acqua del ciclo idrologico in Amazzonia, deve essere considerato come riserva strategica per il paese.

Nell'interazione tra le risorse idriche e la foresta, associati al movimento di rotazione della terra, l'Amazzonia trasferisce circa 8 miliardi di metri cubi d’ acqua ogni anno ad altre regioni del Brasile. Le persone che vivono qui, nella regione non utilizzano quell'acqua, che rappresenta un servizio ambientale colossale di questo paese.

VULNERABILITÀ...
Secondo Ingo Daniel Wahnfried, professore dell'Università federale di Amazonas (Ufam), uno dei principali ostacoli per studiare l'acquifero di Amazon si trova nella complessità del sistema.
Il serbatoio è costituito da grandi fiumi, con strati sedimentari situati a diverse profondità: è difficile definire il flusso delle acque sotterranee, per esempio.

DIFENDERE E PRENDERSI CURA DEL RIO DELLE AMAZZONI, EQUIVALE A PROTEGGERE LE RISERVE NATURALI DEL PIANETA!

Da… ÚneteAlPlaneta | JoinThePlanet
avatar
Haryn
Admin

Messaggi : 583
Data d'iscrizione : 08.09.14
Età : 49

Vedere il profilo dell'utente http://alba.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum